Internal Kung-Fu

L’Internal Kung Fu (IKF) è un sistema di combattimento basato sui principi del Tai Chi Chuan.

La principale differenza fra i due approcci verso il Tai Chi Chuan è che l’IKF offre immediatamente principi di applicazione delle tecniche, estrapolate dalla forma tradizionale, ponendo attenzione sulla praticità e immediatezza dei concetti propri del combattimento, distinguendosi ovviamente da una pratica esterna del corpo. L’enfasi dunque non è sull’uso e il potenziamento dei muscoli, ma sull’uso della struttura intera per eseguire un’azione, attraverso lo studio del rilassamento, soprattutto mentale, della praticità e immediatezza delle tecniche, della prontezza di riflessi che non è data da processi di esplosività e tensione muscolare.

L’IKF dunque non è uno stile di combattimento volto all’autodifesa. Questo perché l’insegnamento non si basa sul difendersi, ma sul gestire una situazione, gestire la nostra emozionalità, organizzare le nostre risorse per fronteggiare non un solo avversario. Il lavoro mira alla consapevolezza che non occorre accumulare tecniche e forza fisica per fronteggiare degli eventuali avversari, ma sviluppare calma e rilassamento per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo, fisico e mentale. L’arte interna insegna a essere intelligenti, sensibili e a saper sfruttare a pieno le nostre risorse fisiche mentali e spirituali nel combattimento, piuttosto che essere duri e troppo emozionali.

E’ particolarmente adatto a chi vuole da subito apprendere le basi delle applicazioni marziali dell’arte interna Tai Chi Chuan, in quanto la pratica, essendo fondata sui principi di “lavoro interno”, apporta comunque i benefici tipici del TCC come rilassamento, potenziamento delle funzioni degli organi, miglioramento della circolazione, bilanciamento energetico ed equilibrio mentale.