Tai Chi Chuan come progetto formativo per la gestione dello stress da lavoro all’interno delle aziende

Nella società odierna l'individuo necessita il supporto di valori legati a strumenti quali la collaborazione, l’ascolto e l'auto osservazione per migliorarsi e trovare soluzioni alternative ai problemi in questo particolare periodo storico. In questa direzione un’azienda dovrebbe porre tra i suoi obiettivi lo sviluppo integrale della persona non solo finalizzato allo svolgimento del lavoro. In tale senso proponiamo un progetto che possa contribuire all’arricchimento dell’offerta formativa attraverso un approccio metodologico e didattico improntato sulle discipline orientali.
Al contrario delle discipline o sport tradizionalmente occidentali dove viene incentivato il lavoro muscolare e lo spirito di competizione, i principi su cui si fondano le discipline orientali si basano su un lavoro atto a coinvolgere tutti i livelli dell'essere umano: intellettuale, fisico ed emozionale. Il lavoro, individuale e di gruppo, favorisce una crescita dell'insieme delle facoltà del praticante non limitata a competenze tecnico/specialistiche dell'attività motoria classica.
Oltre alla visione globale della dimensione individuale, si favorisce la formazione di competenze relazionali che afferiscono alla crescita di gruppo: si impara a confrontarsi con gli altri in termini di ascolto ed empatia, con attività non competitive basate sull'auto osservazione e sul rapporto con l’altro. Il beneficio è dunque anche nella dimensione collettiva.
L’errore assume una nuova connotazione: tradizionalmente vissuto come mancanza o punto di fragilità, verrà percepito come risorsa e occasione di confronto con se stessi. Nel rapporto con gli altri il praticante imparerà a utilizzare l’errore come strumento di crescita.
I benefici a livello individuale saranno sia a breve che a lungo termine. Ne risultano migliorate la partecipazione, l’autostima, l’attenzione, con conseguenti vantaggi per l’efficienza nel lavoro e la produttività aziendale. Il confronto tra colleghi sarà fondante per il benessere e non per la prevaricazione.
Descrizione:
L’A.S.D. DAO “Discipline e Arti Orientali” in collaborazione con L’Ass.ne Sportiva “Arti d’Oriente” presenta il progetto “Tai Chi Chuan in Azienda” come attività motoria post-lavorativa dedicata ai dipendenti delle aziende o società informatiche e di comunicazione.
Il TCC si occupa dell’apprendimento su se stessi del funzionamento della propria struttura, aiutando il praticante nella ricerca della corretta postura, della sensibilità, del radicamento a terra e dell’equilibrio, dei corretti movimenti da fare per evitare danni alle articolazioni e favorire la circolazione sanguinea. La natura del TCC fa si che in questa ultima parte si differenzi da altre discipline o arti marziali (es. karate, kung fu, judo ecc) per non essere invasivo sul corpo, caratteristica, questa, che lo rende dunque adatto a chiunque.
Obbiettivi:
Con il passare del tempo e lo sviluppo di nuove tecnologie, il lavoro ha cambiato natura e di conseguenza anche i mali ad esso associati. Si è passati, relativamente in breve tempo, da lavorare la terra a sedersi davanti un computer, cosa che ha influito in maniera sostanziale sulla qualità della vita dell’essere umano.
Le nuove occupazioni, data anche la loro natura di competitività, provocano un enorme quantitativo di stress dovuto ad un eccessivo utilizzo di facoltà mentali, esposizione allo schermo, necessità di emergere e paura di non essere all’altezza. Tutto questo è amplificato dall’assenza di attività fisica nel lavoro che contribuisce ad aumentare lo squilibrio “Corpo-Mente”.
L'elegante e complessa disciplina del TCC, date le sue caratteristiche, si rivela essere di grande aiuto alle problematiche appena esposte, perché di benefico impatto sui piani fisico, mentale ed emotivo:
- Sul piano fisico esso e' difatti stimolo di attenta indagine e studio della più corretta postura (molti dei problemi alla schiena, al collo, alle ginocchia e alle articolazioni, in generale sono dovuti alla sedentarietà e alla prolungata esposizione al monitor).
- Sul piano mentale e' fonte di miglioramento delle capacità di concentrazione e attenzione, attraverso esercizi di meditazione e rilassamento e controllo dello stress.
- Sul piano spirituale\emotivo il TCC produce aumento dell’autostima, della disciplina, del rispetto verso gli altri, e maggiore apertura nelle relazioni con il personale, dipendenti o collaboratori esterni.
Per approfondimenti sulla storia del Tai Chi Chuan vedi allegato A
Tai Chi for Health: gli effetti benefici del TCC sono stati verificati ai giorni nostri, anche dalla Medicina Occidentale tanto che in tutto il mondo alcuni medici o ospedali consigliano la pratica del TCC per favorire la guarigione. E’ infatti provato che la pratica regolare de TCC, favorendo il riequilibrio energetico del corpo, acceleri il processo di guarigione, e in caso di operazioni chirurgiche il TCC diminuisce notevolmente il tempo di riabilitazione favorendo la riproduzione delle cellule.
Come agisce il TCC?
La teoria è che in un corpo sano, allineato e strutturato l’energia vitale scorre liberamente e senza blocchi cosi da rendere il corpo più resistente alle malattie, più in forma e meno soggetto ai fattori tipici dell’invecchiamento.
Il problema è che, a causa della vita sregolata tipica del nostro tempo, la cattiva alimentazione, l’inquinamento,lo stress, e soprattutto le cattive abitudini posturali, si vengono a formare nel nostro corpo dei “blocchi energetici” che impediscono alla nostro Qi (o più semplicemente ai nostri fluidi corporei ad esempio il sangue) di circolare liberamente. Ad esempio una persona che è abituata ad avere le spalle alte e chiuse molto probabilmente soffrirà di mani fredde e di poca forza nelle braccia più di una persona che ha una corretta postura, e questo è dovuto al fatto che, se la spalla non è posizionata correttamente, i canali energetici e i vasi sanguinei subiscono una strozzatura che limita il passaggio del sangue, del nutrimento alle cellule e dell’energia in generale.
La pratica regolare del TCC fatta di esercizi ginnici di tradizione secolare non invasivi (e quindi praticabili da chiunque senza distinzione di sesso o età) ridona al corpo la corretta postura naturale, ridando morbidezza e spazio agli organi interni che il più delle volte soffrono di schiacciamenti e costrizioni dovuti ad un cattivo posizionamento della colonna vertebrale, cassa toracica ecc.
Nel caso ad esempio di una persona che soffre di cifosi la tendenza a piegare la spina dorsale in avanti (ad esempio prolungata esposizione ad un monitor) provoca un conseguente crollo della cassa toracica su organi interni come milza e fegato, che conseguentemente funzionano a fatica, in modo meno efficiente.
TCC è lo sport più praticato al mondo e viene utilizzato anche in campo ospedaliero per accelerare il processo di guarigione e in campo aziendale per ridurre lo stress da lavoro ed aumentare il focus e la produttività.
Proposte:
Saranno offerte sessioni gratuite per consentire l'approccio e la valutazione della disciplina e la formazione dei gruppi di studio, che potranno frequentare corsi di diversa strutturazione ed intensità.
Di seguito alcune proposte riguardo ai possibili corsi attivabili:

Corso Bisettimanale o monosettimanale:

  • Esercizi taoisti (scioglimento, posturale, allineamento, equilibrio);
  • Meditazione;
  • Qi Kung (meditazione, riequilibrio energetico);
  • Forma Fondamentale (insieme di movimenti lenti e circolari che simulano un combattimento);
  • Elementi di difesa personale (applicazioni di combattimento simulato);
  • Due lezioni settimanali da 1h;
  • Corso Monosettimanale:
  • Esercizi taoisti;
  • Mediazione;
  • Qi Kung;
  • Forma fondamentale;
  • Elementi di difesa personale;


Tutti gli insegnanti sono certificati e riconosciuti dal Caposcuola mondiale dello stile Yang, Gran Maestro John Ding.
L’A.S.D. Dao e l’Ass.ne Sportiva Arti d’Oriente garantiscono la più alta qualità di insegnamento dell’arte del Tai Chi Chuan in ambito nazionale, grazie alla presenza di insegnanti in continua formazione presso la Sede di Londra della “John Ding Academy”.